Alimentazione Speciale

domenica 09 gennaio, 22:53

Carboidrati : come assumerli in presenza di diabete

Conciliare i carboidrati con il diabete



Carboidrati : come assumerli in presenza di diabete

I Carboidrati rappresentano quegli alimenti fonte di energia per il nostro organismo. La loro funzione all’interno del nostro corpo si traduce in tre eventuali possibilità di trasformazione.

Per i diabetici i carboidrati spesso sono prescritti in maniera limitata, in quanto questi sono costituiti principalmente di zucchero.

I carboidrati dopo essere stati consumati, possono trasformarsi in energia, vitale per il nostro fisico. Può essere trasformato in glicogeno e inglobato all’interno delle cellule epatiche e muscolari.

Oppure possono trasformarsi anche in grassi e assimilate dal fisico come tali, se le eventuali scorte di glicogeno sia saturo. Questi alimenti però a causa del loro apporto glicemico sono spesso banditi dall’alimentazione dei portatori del diabete.

Questa patologia, infatti,  è basata sull’indice glicemico. Quest’ultimo è di fatti importante, per segnalare la presenza di glucosio nel sangue. I carboidrati sono dei cibi che dopo circa un'ora di assimilazione durante i pasti, fanno innalzare la presenza di zucchero all’interno del nostro circolo sanguigno. 

Per questo motivo, i diabetici sono indirizzati verso un regime alimentare, in cui si devono consumare alimenti con un basso indice glicemico, che favorisce sicuramente una digestione più lenta. I diabetici non insulino-dipendenti, cioè di diabete di tipo 2, all’inizio della scoperta del diabete, viene subito prescritta una dieta con la drastica riduzione di zuccheri e quindi una notevole riduzione di carboidrati.

Questo proprio perché i cibi con basso contenuto indice glicemico aiutano a mantenere per un periodo lungo nel tempo, la sensazione di sazietà. I diabetici sono sottoposti a questo regime dietetico per tenere sotto controllo il peso corporeo, che in molti casi può rivelarsi fondamentale per convivere con questa patologia.

In passato i carboidrati erano banditi dalle tavole dei diabetici, adesso però, i nuovi regimi alimentari permettono di inserire all’interno della propria alimentazione ai diabetici, di inserire modiche quantità di carboidrati.

In genere si parla di 50 grammi di pasta a pranzo e altrettanti grammi a cena di pane. Questo perché questi alimenti sono importanti per contrastare altre patologie scatenanti dalla privazione dei carboidrati.

Concludendo, l’alimentazione di un diabetico, non deve essere diversa da quella delle persone che non hanno il diabete. Semplicemente devono seguire un regime alimentare sano, che tutti dovrebbe seguire come prevenzione alle malattie quali appunto il diabete, e altre patologie cardiovascolari e circolatorie.

La prima prescrizione data è quella di seguire regolare attività fisica quasi quotidianamente. Se questo non è possibile, si consiglia di abbandonare la macchina e o i mezzi pubblici, per dedicarsi maggiormente a lunghe passeggiate.

I consigli dati per esempio in questo periodo post feste natalizie, è quello di posteggiare in luoghi più distanti dalle mete, e o fermarsi alle fermate della metro o dell’auto, qualche fermata prima e dedicarsi un po’ di più alla camminata veloce. La regola è sempre la stessa, avere il giusto apporto di grassi, proteine e carboidrati, tutti in modiche quantità per assicurarsi tutti i nutrienti utili al nostro organismo.

Tiziana Cazziero



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Lievito di birra, come assumerlo ?
Sapone allo zolfo contro i brufoli
Come smettere di mangiarsi le unghie

I più letti