Dietetica

mercoledý 15 febbraio, 14:24

Dieta per la stitichezza

La dieta gioca un ruolo fondamentale per combattere la stitichezza



Dieta per la stitichezza

Si entra in un contesto di stitichezza, o stipsi, quando il numero delle evacuazioni è ridotto o le feci sono più dure del normale: adottare una dieta appropriata può in questi casi aiutare.

È bene innanzitutto ricordare che la frequenza con la quale si va di corpo varia da persona a persona: è riconosciuto essere nella norma un range che va dalle tre volte al giorno fino ad una volta ogni due giorni.

Si parla di stitichezza, invece, quando si va al di fuori di questi parametri, o quando avviene un cambiamento nelle abitudini che porti ad un minor numero di evacuazioni nel corso della settimana.

L’alimentazione gioca in questi casi un ruolo fondamentale, così come fondamentale sembrerebbe essere prima di tutto consumare un buon quantitativo di fibre ogni giorno, da assimilare soprattutto attraverso frutta e verdura, oppure attraverso i corn flakes.

Anche i probiotici come lo yogurt in questi casi aiutano, poiché alla base della stitichezza potrebbero spesso esserci alterazioni della flora batterica intestinale, e questi aiutano a ripristinarla al fine di ritrovare la regolarità perduta.

In caso di stitichezza è consigliabile invece eliminare dalla dieta il limone, il riso, le banane e il the, i quali hanno proprietà astringenti è sono quindi invece utili nei casi in cui si hanno problemi completamente opposti alla stipsi; stesso discorso per i lassativi, da utilizzare soltanto in casi estremi e sotto lo stretto controllo del medico.

Al di fuori della dieta, anche le abitudini e lo stile di vita sono un fattore chiave al fine di contrastare il fastidioso fenomeno della stitichezza: è bene fare pasti ad intervalli regolari e consumare i cibi con serenità, ed è importante non saltare mai la prima colazione, mancante spesso all’appello nell’alimentazione dei soggetti affetti da stipsi.

Anche l’attività fisica è in questi casi un ottimo deterrente, ed è bene prediligere quegli esercizi che favoriscano la contrazione degli addominali: la muscolatura dell’addome, infatti, è spesso un’altra caratteristica di coloro che soffrono di stipsi.


Andrea Proietti



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Pelle spellata dal sole 6 rimedi
Orecchie tappate tutto quello che dovete sapere
Funghi della pelle come curarli in 8 modi

I più letti