Mangiare Sano

lunedý 06 luglio, 15:19

Pasta...ricca di fibre

Importantissima per la nostra alimentazione per l'alto contenuto di fibre che aiutano a prevenire le malattie.



Pasta...ricca di fibre

La pasta è davvero un alimento importantissimo nella nostra dieta per l'alto contenuto di fibre, indispensabili al nostro organismo. Con un immediato collegamento alla salute, giustificato del resto dai ripetuti studi e ricerche, le fibre alimentari non possono certo curare le malattie, ma sicuramente possono aiutare a prevenirle. Sono veri e propri corrieri dell'organismo sano, vanno e vengono, in ragione della loro fondamentale caratteristica: possono essere trasformate dagli enzimi gastrointestinali, non sono quindi assimilate dall'organismo. Nelle diete tradizionali dei diversi Paesi industrializzati oggi si arriva a una razione decisamente bassa. La quota giornaliera consigliata è infatti 200-250 grammi. Le fibre contenute nella pasta mettono il bavaglio a grassi e colesterolo, riducendone l'assorbimento, ma la loro azione non si ferma a questo importantissimo aspetto della prevenzione. Vediamo in estrema sintesi come la pasta può aiutare a prevenire anche altri disturbi:

PER IL SOVRAPPESO E LA PRESSIONE ALTA. Consente di raggiungere facilmente il senso di sazietà. A parità di volume degli altri alimenti apporta un nutrimento limitato di calorie e grazie alle fibre che contiene riduce la pressione arteriosa.

PER IL RISCHIO DI TUMORI. E' soprattutto il cancro del colon che da parte di numerose ed autorevoli ricerche viene messo in relazione con l'assenza o la riduzione delle fibre nella dieta. Sembra che l'effetto preventivo sia il risultato di un'azione delle fibre della pasta a due livelli: il volume delle feci è maggiore e conseguentemente le sostanze cancerogene, contenute nei cibi o prodotte nell'intestino, sono più diluite e meno in contatto con la parete colica; la velocità con cui le feci sono espulse è accresciuta, riducendo così il contatto tra il tessuto intestinale e i materiali tossici.

PER IL DIABETE E LA STIPSI. Gli alimenti che contengono molte fibre vengono digeriti e assorbiti più lentamente rispetto ai cibi che ne sono poveri: pertanto, il livello del glucosio nel sangue, anche dopo un pasto, non sarà mai molto alto e non richiederà quindi al pancreas una forte produzione di insulina. In testa alle cause della stipsi c'è una dieta scorretta, priva o povera di fibre e quindi anche di pasta. Le fibre della pasta, infatti, non venendo digerite, rimangono nell'intestino e fanno aumentare il volume e la morbidezza delle feci. A questo risultato concorre anche l'acqua trattenuta dalle stesse fibre, che garantiscono altresì la possibilità di un adeguato sviluppo della flora batterica, condizione indispensabile per star bene con l'intestino.

Come si è visto, che si segua o meno una dieta mediterranea, la pasta assume un ruolo significativo per il nostro fabbisogno quotidiano, quindi, è bene farne uso, ma facendo attenzione a non eccedere con le razioni giornaliere consigliate dai nutrizionisti.

Virginia Lombardo



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Scrub corpo casalingo

Scrub corpo casalingo

[19 ott 2017]

Come sistemare i capelli mossi
Qual è la differenza tra i colpi di sole e le meches? Quale scegliere?

I più letti