News

martedý 04 novembre, 20:12

Colesterolo: pericolosissimo per la valvola aortica

L'eccesso di colesterolo nel sangue potrebbe avere effetti molto pericolosi nei confronti della valvola aortica



Colesterolo: pericolosissimo per la valvola aortica

Il colesterolo, pericoloso nemico della salute, pare che abbia un effetto deleterio anche nei confronti della valvola aortica, la quale come noto ha una funzione importantissima a livello cardiaco regolando di fatto i flussi sanguigni tra gli organi ed i tessuti dell'organismo.

 

Ma andiamo per gradi, che cosa è il colesterolo?

 

Se si parla di "colesterolo" si usa intendere, solitamente, uno stato patologico, ovvero l'ipercolesterolemia: l'ipercolesterolemia consiste appunto nella presenza eccessiva nel sangue di colesterolo, una molecola che, nelle giuste quantità, riveste un ruolo molto importante per l'organismo.

 

Sebbene, come detto, il colesterolo non sia da considerarsi un qualcosa di pericoloso per l'organismo, questo termine è spesso utilizzato per designare l'ipercolesterolemia, dunque la condizione patologica legata alla sua eccessiva presenza.

 

Il colesterolo è una condizione piuttosto diffusa, soprattuto tra le persone anziane o comunque in età non più giovane, ed oltre a provocare numerosi piccoli disturbi, questa condizione patologica può essere anche causa di problematiche particolarmente gravi, come ad esempio l'insorgere di ictus o infarti.

 

Insomma, ci sono davvero ben pochi dubbi sul fatto che il colesterolo sia un acerrimo nemico della salute, e sul fatto che, di conseguenza, sia importante contrastarlo in modo mirato, soprattutto tramite un'alimentazione adeguata.

 

Allo stesso tempo, ovviamente, sono molto importanti anche le varie attività a carattere preventivo: effettuare periodicamente dei controlli del sangue è molto positivo, anche nel caso in cui si avesse il minimo sospetto di poter essere interessati da questa condizione, senza particolari sintomi.

 

La spiacevole notizia legata al colesterolo, come detto, mette in relazione la presenza di questa condizione patologica con il corretto funzionamento della vavola aortica.

 

La ricerca a cui si sta facendo riferimento è stata pubblicata su una rivista molto autorevole quale Journal of the American Medical Association.

 

Su 35.000 pazienti considerati, dunque su un campione piuttosto elevato, è stato effettivamente riscontrato che per i soggetti interessati da ipercolesterolemia la probabilità che si presentino delle problematiche alla valvola aortica è molto più elevata rispetto alla norma, senza dimenticare che, ovviamente, i soggetti con colesterolo alto sono più esposti al rischio di infarti e stati patologici altrettanto gravi.

 

Nello specifico, questo studio ha evidenziato che la tipologia di colesterolo più pericolosa per quanto riguarda il corretto funzionamento della valvola aortica è sicuramente rappresentata dal colesterolo Ldl, ovvero quello che, in gergo, è definito come "colesterolo cattivo".

 

L'incidenza di condizioni patologiche relative alla valvola aortica è tutt'altro che secondaria: si stima, infatti, che tra i settantacinquenni ben il 4,6% della popolazione sia interessata da queste problematiche, percentuale che cresce in maniera notevole tra gli over 85, toccando l'8%.

 

Adilà di questi dati statistici, c'è da considerare che gli stati patologici della valvola aortica sono davvero molto pericolosi, e ciò non desta certo stupore, se si considera il delicatissimo compito a cui la valvola adempie all'interno dell'organismo.

 

Le prognosi, in genere, sono tutt'altro che incoraggianti: se non si interviene attraverso complicate operazioni, infatti, ben l'80% dei pazienti decede entro 3 anni.

 

Purtroppo, eventuali stati patologici della valvola aortica non si manifestano in modo immediato, di conseguenza non sempre si riesce ad individuare subito questo problema.

 

Sintomi tipici di danni alla valvola aortica, a cui deve assolutamente seguire un immediato controllo medico, possono essere ad esempio dolori al petto, difficoltà respiratorie, perdita di conoscenza.

 

Alla luce di questo, dunque, è bene ricordare che il colesterolo è una patologia che non deve affatto essere trascurata e che merita grande attenzione: i controlli periodici sono indispensabili per chiunque, e chi è interessato da ipercolesterolemia deve seguire in modo molto attento i suggerimenti forniti dal proprio medico.

 

Anche a livello di prevenzione, ovviamente, seguire i più consueti suggerimenti relativi alla classica dieta anti-anticolesterolo è sicuramente una buona abitudine.

 

Riccardo G.

 




Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Borse e Occhiaie come eliminarle in 7 mosse
Le macchie solari sul viso
Come prendersi cura dei capelli