News

giovedý 06 novembre, 21:03

Il fumo fa dimagrire? No, fa ingrassare

Secondo un'autorevole ricerca il fumo, sia attivo che passivo, favorirebbe l'aumento di peso



Il fumo fa dimagrire? No, fa ingrassare

Una ricerca molto importante è stata portata a termine dai ricercatori della Brigham Young University di Salt Lake City, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull'American Journal of Physiology - Endocrinology and Metabolism, una rivista medica internazionale particolarmente autorevole.

 

Questo studio ha preso in considerazione, nello specifico, gli effetti del fumo passivo, evidenziando dei risultati allarmanti; è oramai noto come il fumo sia un vizio assolutamente deleterio per la salute, ma assai spesso gli effetti del fumo passivo sono trascurati, o quantomeno non sono considerati gravi quanto quelli che possono interessare i fumatori.

 

Sulla base di quanto emerso, invece, non è affatto così, anzi le persone che pur non fumando sono, loro malgrado, esposte a fumo passivo, sono fortemente esposte al rischio di sviluppare dei seri danni alla propria salute, compresi i temutissimi tumori al polmone.

 

L'indagine portata a termine dai ricercatori della Brigham Young University ha sottolineato come il rischio a cui sono esposte le persone che subiscono del fumo passivo sia notevole, e possa essere causa, appunto, di patologie molto pericolose.

 

A tal riguardo Carmine Pinto, Presidente di Aiom, Associazione Italiana di Oncologia Medica, ha sottolineato per quale motivo il fumo passivo può comportare simili danni alla salute.

 

Il fumo passivo che si distribuisce nell'aria e che si accumula in determinati ambienti chiusi, infatti, contiene migliaia e migliaia di sostanze chimiche in forma di gas o di particelle, le quali sono inevitabilmente inalate dalle persone esposte all'aria sporcata dal fumo di sigaretta.

 

I sintomi che i non fumatori tendono a sviluppare se esposti a fumo passivo sono i medesimi di chi fuma: vertigini, arrossamento degli occhi, secchezza alla gola, tosse, nausea, problemi respiratori, irritazioni al naso, e lo stesso si può dire, purtroppo, per quel che riguarda la possibilità che insorgano delle malattie.

 

Secondo il presidente di Aiom, il rischio a cui sono esposte le persone che subiscono frequentemente del fumo passivo è pressochè analogo a quello dei fumatori.

 

Non vi è davvero dubbio, dunque, sul fatto che il fumo passivo sia deleterio per la salute, di conseguenza fumare in luoghi chiusi o comunque in prossimità di altre persone rappresenta certamente un gesto di grande irresponsabilità.

 

Oltre a questi aspetti davvero eloquenti, tuttavia, c'è anche da sottolineare che questo studio ha fatto emergere altri aspetti del fumo passivo, probabilmente meno conosciuti, ma comunque molto gravi: sulla base di quanto riscontrato dai ricercatori, infatti, l'esposizione al fumo passivo farebbe ingrassare.

 

Sulla base di una specifica spiegazione di carattere scientifico, i ricercatori hanno constatato che sia chi fuma, che le persone esposte al fumo passivo, hanno una probabilità di ingrassare più elevata rispetto alle che non fumano o che, comunque, respirano aria pulita, a parità di abitudini alimentari.

 

Ma per quale motivo? Che legame ci sarebbe tra fumo e peso corporeo?

 

Benjamin Bikman, l'autore della ricerca, ha specificato di aver condotto lo studio, assieme al proprio team, eseguendo degli esperimenti di laboratorio con dei topi.

 

E' stato notato che gli animali esposti a fumo passivo, appunto, tendevano ad ingrassare, a differenza di quelli che respiravano aria pulita, e sulla base di questa evidenza sono stati avviati approfondimenti di carattere scientifico.

 

In sostanza l'organismo animale, proprio come quello umano, risponde all'esposizione al fumo passivo, dunque anche al fumo "attivo", producendo un'alterazione della sensibilità all'insulina, un aspetto che non tarda a trasformarsi, appunto, in un facile accumulo di peso.

 

Il fumo dunque, oltre a comportare un vero e proprio deterioramento fisico sotto molteplici punti di vista, favorisce non poco la tendenza dell'organismo ad accumulare dei chili di troppo.

 

Questo aspetto merita assolutamente di essere sottolineato dal momento che, purtroppo, è piuttosto diffuso il luogo comune secondo cui il fumo faccia dimagrire, o meglio che smettere di fumare faccia ingrassare.

 

Si tratta, come è evidente, di credenze completamente infondate, anzi la scienza è riuscita a dimostrare, tramite questo esperimento, che l'effetto che deriva dall'abitudine di fumare è praticamente opposto.

 

Insomma, quanto emerso da questa ricerca americana può essere considerato come un'ulteriore, valida motivazione per abbandonare il vizio del fumo, ammesso che non bastassero, appunto, tutti gli effetti negativi che il tabacco produce nei confronti dell'organismo, sia sottoforma di sigarette fumate che di fumo passivo presente nell'aria.

 

Qualora non si intendesse cancellare questa pessima abitudine, ad ogni modo, fumare esclusivamente in luoghi aperti ed alla giusta distanza dalle altre persone è la minima accortezza che i fumatori possono seguire per rispettare le altre persone.

 

Riccardo G.



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Pelle spellata dal sole 6 rimedi
Orecchie tappate tutto quello che dovete sapere
Funghi della pelle come curarli in 8 modi