Ricette

venerdý 21 settembre, 18:26

Cocktail analcolici

Quali ingredienti occorrono per preparare dei cocktail analcolici?



Cocktail analcolici

I cocktail analcolici sono dei drink gustosi e dissetanti, i quali sono spesso presentati in maniera molto simpatica e suggestiva.

 

Per chi è astemio, o semplicemente per chi desidera evitare di bere alcol, magari perchè sa di dover guidare in seguito, i cocktail analcolici sono un'ottima scelta se si vuole consumare un drink in un pub, in un bar, in discoteca o in qualsiasi locale.

 

In particolare, i cocktail analcolici sono molto apprezzati e richiesti in occasione degli aperitivi.

 

Rispetto ai drink alcolici, i cocktail analcolici non hanno ricette alle quali bisogna rigidamente attenersi: l'aspetto principale è che il barman faccia valere la sua esperienza nell'accostamento degli ingredienti, ed ovviamente bisogna anche saper dar libero sfogo alla propria fantasia.

 

Quali sono, dunque, gli ingredienti più diffusi per preparare dei cocktail analcolici?

 

I succhi di frutta sono sicuramente uno degli ingredienti principali: succhi di ananas, pesca, fragola, ace... la scelta del succo di frutta determinerà in larga parte il gusto del cocktail che si vorrà proporre, e nei cocktail "no alcol" sono molto graditi i succhi esotici, come il cocco, il mango e la papaya.

 

Molto utilizzata per la preparazione dei cocktail analcolici è la classica gassosa, la quale insaporisce la bevanda rendendola leggermente gassata.

 

Moltissimi barman, inoltre, utilizzano per la preparazione dei cocktail analcolici diverse bevande largamente diffuse in commercio, le quali contengono sostanze nervine quali la caffeina e la taurina.

 

Utilizzare questi ingredienti può essere azzeccato sul piano del gusto, ma prima è bene chiedere al cliente se possono risultare graditi, avendo un gusto piuttosto forte e soprattutto contenendo sostanze analoghe a quelle presenti nel caffè.

 

Anche gli sciroppi sono largamente utilizzati per la preparazione dei cocktail analcolici, soprattutto lo sciroppo di arancia, ed è anche possibile insaporire il drink con un pò di zucchero, oppure con delle foglie di menta, della liquirizia o altro ancora.

 

Un altro ingrediente diffusissimo per preparare cocktail senza alcol è la granatina, un gustoso sciroppo a base di melagrana dal colore rosso intenso: è sufficiente una piccolissima aggiunta di granatina al drink per renderlo molto più saporito.

 

Proprio come i cocktail alcolici, anche nei cocktail analcolici si utilizza lo shaker per mescolare gli ingredienti, anche se vi sono anche dei drink alcolici in cui si può fare a meno di "shekerare".

 

Ovviamente il drink va servito in ghiaccio (molti barman lo preferiscono tritato), ed il cocktail può essere abbellito con pezzi di frutta fresca, magari posati sull'orlo del bicchiere, oppure inseriti nel drink con dei lunghi bastoncini da cocktail.

 

A seconda degli ingredienti utilizzati, il drink può essere ulteriormente insaporito aggiungendo anche ingredienti insoliti ed originali, come ad esempio una spruzzatina di gustosa panna.

 

Insomma, preparare i cocktail analcolici richiede grande fantasia, e si possono creare drink deliziosi e dissetanti accostando in modo diverso i vari ingredienti a disposizione.

 

Riccardo G.



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Pelle spellata dal sole 6 rimedi
Orecchie tappate tutto quello che dovete sapere
Funghi della pelle come curarli in 8 modi

I più letti