Ricette

sabato 13 aprile, 01:11

Infuso di malva a cosa serve?

A cosa può rivelarsi utile l'infuso di malva?



Infuso di malva a cosa serve?

L'infuso di malva è considerato una bevanda gustosa e particolarmente preziosa per il benessere, vediamo per quale motivo.

 

Anzitutto è utile sottolineare che la malva è una pianta piuttosto diffusa appartenente alla famiglia delle Malvaceae, la quale comprende ben 25 specie diverse.

 

L'infuso di malva si può rivelare utile per diversi aspetti, avendo una composizione particolarmente ricca di principi attivi quali le mucillaggini, i flavonoidi, i polisaccaridi, l'acido glucuronico e diversi tipi di vitamine.

 

Una bevanda di questo tipo è anzitutto un toccasana per curare raffreddori, febbre e malanni stagionali: è infatti in grado di favorire l'espulsione del muco, di liberare le vie respiratorie e di contrastare tutti i disturbi tipici di bronchiti ed analoghi problemi di salute.

 

L'infuso di malva ha anche delle spiccate proprietà lassative ed astringenti, dunque è indicato anche per chi soffre di stitichezza.

 

In generale, questo infuso è un ottimo depuratore, e favorisce l'eliminazione delle tossine dall'organismo, ed è utile per varie tipologie di irritazione che possono interessare l'intestino, così come anche la bocca e le gengive; tra l'altro l'infuso di malva è indicato anche per la cura dell'igiene orale.

 

Insomma, l'infuso di malva ha davvero tante proprietà molto interessanti, vediamo dunque come si può preparare.

 

La ricetta dell'infuso di malva è molto semplice, e non richiede affatto particolari esperienze o tantomeno processi laboriosi.

 

Le foglie ed i fiori secchi di malva, che ci si può procurare in qualunque erboristeria, dovranno essere mescolati con dell'acqua calda; per quanto riguarda le quantità ci si può regolare in questo modo: un cucchiaino di foglie e fiori secchi di malva è sufficiente per una tazza di acqua, quantità che tende ad aumentare nel caso in cui l'infuso debba essere adoperato per uso esterno, con diverse finalità.

 

L'infusione dovrà durare per circa 30 minuti, e la bevanda andrà bevuta rigorosamente calda.

 

L'infuso di malva, essendo ovviamente del tutto naturale, non presenta effetti collaterali, semplicemente è bene evitarlo nel caso in cui vi sia un cattiva tolleranza ad uno dei suoi principi attivi, così come in gravidanza o in allattamento.

 

Riccardo G.

 

 

 

 



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Pelle spellata dal sole 6 rimedi
Orecchie tappate tutto quello che dovete sapere
Funghi della pelle come curarli in 8 modi

I più letti