Mangiare Sano

lunedý 15 giugno, 17:09

Dove si trovano i probiotici negli alimenti



Dove si trovano i probiotici negli alimenti

Cosa sono i probiotici?

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), i probiotici sono microrganismi vivi (principalmente batteri e lieviti) che possono conferire benefici per la salute se consumati in quantità adeguate. Compongono la “squadra”dei probiotici:  Lactobacilli, Streptococchi, Bifidobatteri e Saccaromiceti.

La “squadra” userebbe una strategia di gioco efficace per:

  • metabolizzare il lattosio
  • migliorare lo stato di salute e la qualità della vita
  • ridurre il rischio di malattie 
  • manterrebbe a bada ansia e depressione
  • rimanere vivi e vitali nell’intestino
  • aiutano a mantenere l’equilibrio fisiologico della flora batterica intestinale  

Purtroppo la flora batterica intestinale viene compromessa da fattori come lo stress, l’invecchiamento, una cattiva alimentazione e tossine ambientali. Queste alterazioni portano ad una riduzione e alterazione della flora batteria causando disturbi gastrointestinali, sindrome metabolica e problemi della pelle.

 

Che confusione: sarà perché è un probiotico, un prebiotico o un simbiotico?

Dobbiamo cominciare a fare chiarezza. Ecco i tre protagonisti:

  1. 1.       probiotici
  2. 2.       prebiotici
  3. 3.       simbiotici

 

  1. 1.       I probitici sono microrganismi, soprattutto batteri, vivi e attivi, presenti in alcuni alimenti o integratori per un effetto positivo sulla salute dell’organismo, con un’azione benefica sulla flora intestinale.

I probiotici si assumono sotto indicazione medica, per ristabilire l'equilibrio intestinale alterato.

I probiotici possono aiutare:

  • la salute della pelle
  • modulare il sistema immunitario
  • mantenere equilibrio intestinale
  • migliorare l'assorbimento dei nutrienti
  • influenzare positivamente l'umore e i comportamenti legati allo stress

I probitici si assumono a stomaco vuoto,  il trattamento dura 3-4 settimane e in un quantitativo di almeno un miliardo di batteri al giorno.

 

  1. I prebiotici sono sostanze contenute in alcuni alimenti che aiutano  lo sviluppo di più specie batteriche utili alla microflora probiotica. Mentre i probiotici hanno batteri vivi, i prebiotici nutrono i batteri buoni che già vivono nell'intestino. Sono presenti nei fermenti lattici, ma anche in molti alimenti. Puoi trovare prebiotici in alimenti come:
  • asparagi
  • germe di grano
  • aglio
  • cipolla
  • porri
  • topinambur
  • banane
  • farina d'avena
  • vino rosso
  • miele
  • sciroppo d'acero
  • legumi 

Esistono delle controindicazioni perché sia gli alimenti o gli integratori con prebiotici non sono indicati in caso di sindrome dell'intestino irritabile, di terapie radianti sul tratto gastrointestinale e di intolleranza al lattosio.

 

  1. I simbiotici infine sono il risultato “fusion” tra probiotici e prebiotici. A cosa serve questo mix? Ci sarebbero di vantaggi nell’uso dei simbiotici per:
  • il miglioramento dell’intolleranza al lattosio
  • assorbimento di alcuni minerali (calcio, ferro e magnesio)
  • normalizzazione della funzionalità intestinale (motilità, assorbimento, secrezione)
  • azione protettiva contro infiammazioni e infezioni a carico dell’intestino, in particolare nelle forme diarroiche.

 

Conosciamo meglio i probiotici

I probiotici sono parte integrante degli alimenti fermentati. A cosa serve la fermentazione? La fermentazione era usata per la conservazione degli alimenti. Il processo consente di conservare gli alimenti e di avere enzimi benefici, vitamine del gruppo B e acidi grassi omega-3 e alcuni batteri buoni.

Non tutti gli alimenti fermentati contengono probiotici, ad esempio non ne contengono la birra o il vino.

I probitici sono sempre riportati sull’etichetta. Si deve fare attenzione a distinguere i microrganismi probiotici dai fermenti lattici contenuti negli alimenti perché  hanno azioni diverse sulla flora intestinale.

 

I probiotici in quali alimenti si trovano?

Ecco alcuni alimenti fermentati naturalmente o ai quali sono aggiunti probiotici:

  • lo yogurt è ricco di probiotici naturalmente presenti, o aggiunti, appartengono generalmente ai generi Lactobacillus (L. acidophilus, L. bulgaricus, L. casei, L. rhamnosum) e Bifidobacterium (B. lactis).
  • Kefir, una bevanda a base di latte fresco fermentato tipica del Caucaso, contiene buone quantità di Lactobacilli e Saccaromiceti.
  • Miso e tempeh, alimenti tipici della cucina orientale derivanti dalla fermentazione della soia e di altri cereali come orzo, riso e grano saraceno, contengono  Lattobacilli probiotici e buone quantità di vitamina B12. Il tempeh è anche un’ottima fonte di fibre prebiotiche.
  • Crauti; diffusi nei paesi del Nord Europa (come Austria e Germania), vengono ottenuti dalla fermentazione del cavolo cappuccio. Oltre a diverse colonie di Lattobacilli contengono elevate quantità di sodio, potassio e calcio. Anche i crauti sono buone fonti vitaminiche con un buon contenuto di vitamina B12 e vitamina C.
  • Kimchi: la versione coreana dei crauti, sono ottimi e piccantissimi.

 

Tuttavia, i benefici probiotici, si hanno solo quando  i batteri probiotici sono vivi al momento del consumo. Ecco alcuni suggerimenti utili per verificare che ciò che si consuma contenga davvero batteri probiotici vivi. 

Quando acquisti yogurt, non dare per scontato che tutto lo yogurt contenga probiotici vivi. Assicurati che il contenitore indichi "colture vive" o "attive". La pastorizzazione in genere uccide i batteri vivi, quindi assicurati di scegliere alimenti con probiotici "non pastorizzati".

 Fonti: 

https://www.health.harvard.edu/staying-healthy/how-to-get-more-probiotic

https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/lesperto-risponde/prebiotici-probiotici-e-simbiotici-cosa-sono-e-cosa-servono1



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma

I più letti