Mangiare Sano

sabato 30 gennaio, 17:45

Semplici trucchi per aumentare il metabolismo



Semplici trucchi per aumentare il metabolismo

Con il termine “metabolismo” si indica generalmente l’insieme di tutti i processi biochimici cellulari coinvolti nella produzione di energia e nel turnover dei tessuti, quest’ultimo risultante da un equilibrio tra processi di degradazione (catabolismo) e processi di sintesi (anabolismo) delle molecole presenti nell’organismo.

 

Nel senso più comune del termine, però, il metabolismo rappresenta la velocità con cui l’organismo brucia le calorie provenienti dagli alimenti, al fine di ottenere l’energia necessaria a sostenere, in condizioni di riposo, le sue funzioni vitali, quali respirazione, digestione, funzionamento della pompa cardiaca, ecc.

 

È noto che per perdere peso l’organismo deve bruciare più calorie di quante ne assuma. In termini pratici ciò significa ingerire una minor quantità di cibo, adottare una dieta a basso contenuto di calorie (grassi e zuccheri semplici, soprattutto) ed aumentare il livello di attività fisica.

 

Tuttavia anche un aumento del metabolismo può contribuire ad aumentare il consumo energetico e, di conseguenza, può essere di aiuto a smaltire qualche fastidioso chiletto di troppo.

 

Ma è possibile aumentare in maniera semplice naturale il proprio metabolismo? La risposta è sì. Basta adottare piccoli e semplici accorgimenti:

 

1) Non digiunare, al fine di evitare deficit nutrizionali di vario grado accompagnati da una riduzione del metabolismo (si ricorda che la riduzione del metabolismo in condizioni di digiuno è una risposta fisiologica protettiva dell’organismo che tenta di salvaguardare la propria integrità minimizzando i consumi energetici)

 


2) Fare sempre colazione, per evitare di restare a digiuno per oltre 12 ore, con ovvie ripercussioni sia sul livello di attività fisica e mentale durante la mattinata, sia sulla velocità metabolica dei tessuti

 

3) Fare piccoli pasti frequenti durante la giornata, ogni 3 ore circa, per evitare cali eccessivi della glicemia (principali responsabili della sensazione di fame), ed apportare all’organismo una fonte costante di energia da bruciare

 

4) Praticare regolarmente esercizio aerobico (passeggiate, jogging, nuoto, bicicletta), per bruciare grasso e calorie non solo durante il periodo di attività fisica, ma anche nelle ore successive

 

5) Bere molta acqua, elemento indispensabile nei processi catabolici dei tessuti (cioè nei processi che bruciano calorie)

 

6) Assumere quantità adeguate di vitamine del complesso B e di altri nutrienti essenziali (acido lipoico, L-carnitina, coenzima Q, NADH, ferro e magnesio), indispensabili nei processi di degradazione dei grassi e dei carboidrati. Tali nutrienti possono essere assunti direttamente con la dieta, oppure ricorrendo ad appropriati integratori

 

Semplicemente adottando gli accorgimenti sopra elencati, è possibile aumentare i livelli di energia consumata, ridurre la sensazione di affaticamento, nonché raggiungere in maniera più rapida il proprio peso forma.

 

Chiara De Carli

 



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Sapone allo zolfo contro i brufoli
Come smettere di mangiarsi le unghie
Miglior correttore occhiaie

I più letti