Mangiare Sano

mercoledý 23 febbraio, 12:04

I grassi giusti nelle quantità corrette

Consigli per limitare l'uso dei grassi



I grassi giusti nelle quantità corrette

In una dieta corretta, che tenga conto della famosa piramide alimentare, su cui si basa anche la dieta mediterranea, simbolo per eccellenza dell'alimentazione sana ed equilibrata, i grassi sono al vertice, quindi l'uso ne va fortemente limitato.

 

Diciamo che, per essere precisi, alcuni grassi andrebbero del tutto esclusi dalla nostra alimentazione o tutt'al più riservati a casi eccezionali: stiamo parlando dei grassi insaturi, come il burro, lo strutto e il lardo.

 

Difficili da digerire, sono vere bombe caloriche, che, a lungo andare, possono causare anche picchi di colesterolo nel sangue e quindi risultare dannosi per la nostra salute.

 

Resta spazio solo al re dei condimenti, l'olio d'oliva: è da preferire la qualità extravergine, che proviene dalla prima spremitura delle olive ed è quello qualitativamente migliore, oltre che dal sapore più delicato.

 

Tuttavia, la naturalità del prodotto e la sua consistenza morbida e fluida non devono trarci in inganno: si tratta pur sempre di un grasso e quindi dobbiamo limitarne l'uso a due cucchiai al giorno per persona, possibilmente crudo e comunque non in fase di frittura.

 

Per la frittura, che va limitata ad una volta al mese, è preferibile usare l'olio di semi: essendo più leggero, i cibi ne assorbono una quantità minore e frigge prima, quindi l'operazione di frittura è più rapida e il risultato croccante e dorato. E' bene, tuttavia, depositare sempre la frittura su una carta assorbente che elimini l'eccesso di olio che può restare.

 

Per tutti gli altri giorni, il gusto dell'olio crudo si esalta con cotture leggere, come quella a vapore o alla griglia, mentre il sapore può essere esaltato con le spezie, che hanno poche calorie e sono anche delle ottime supplenti del sale, pure da evitare in una dieta equilibrata, in quanto favorisce la ritenzione idrica (e quindi la cellulite).

 

Se fino ad ora non siete stati proprio ligi a questi consigli, avrete probabilmente i valori del colesterolo un po' alti: se siete sempre nell'ambito dei valori non patologici (caso in cui dovrete rivolgervi al vostro medico per un'adeguata terapia farmacologica), potete aiutarvi con un integratore a base di Omega-3.

 

Lia Caminiti



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Lievito di birra, come assumerlo ?
Sapone allo zolfo contro i brufoli
Come smettere di mangiarsi le unghie

I più letti