Dietetica

venerdý 28 gennaio, 16:47

Una dieta povera di sodio per contrastare la ritenzione idrica.

Il sale, un alimento da usare con moderazione



Una dieta povera di sodio per contrastare la ritenzione idrica.

La dieta e la ritenzione idrica rappresentano da sempre uno scoglio duro da superare per tutte quei soggetti che intendono eliminare i chili di troppo.

Il sodio rappresenta una tra quelle sostanze che maggiormente attaccano il nostro peso e in particolare favoriscono la ritenzione idrica.

Detto questo, è necessario specificare, che la ritenzione idrica è si favorita dalla quantità di sodio che eccede nel nostro organismo, ma al contempo, la ritenzione idrica è anche stimolata dalla presenza di grasso nel nostro corpo.

Quindi, per contrastare questo problema che se trascurato porta alla formazione della cellulite, è importante mettersi a dieta, seguire un regime alimentare sano per perdere i chili di troppo e soprattutto per ridurre le quantità di grasso del nostro fisico, che rappresentano terreno fertile per la ritenzione idrica.

Il primo passo per ridurre la ritenzione idrica, è stilare una lista dei cibi da evitare o da assumere in quantità limitate. Il pane, la pasta, la pizza, i cereali da colazione, i salumi, i formaggi, e tutti i cibi in scatola, sono alimenti ricchi di sodio.

I cibi appena elencati, vanno assunti in base ad una dieta specifica che indicherà le quantità, i tempi e il modo in cui devono essere assunti.

I cibi in scatola e i salumi, rappresentano invece quella fetta di alimenti che dovrebbero essere banditi quasi totalmente se ci troviamo con un problema serio di ritenzione idrica e volgiamo superarlo.

Il sodio contenuto in questi alimenti agisce in maniera più forte e decisa sul nostro corpo, rispetto invece al classico sale da cucina che usiamo per condire le pietanze.

Spesso si tende a eliminare quest’ultimo dalla nostra alimentazione, un errore che viene fatto molto spesso, perché il solo nominare la parola sale e ritenzioni idrica ci si mette facilmente in allarme. Invece il sale va usato sì, con la giusta moderazione.

Alcuni cibi senza l’ausilio di questo condimento, risulterebbero troppo lisci e insapori per essere gustati, danneggiando così anche il nostro modo di nutrirci e i nostri sapori. Inoltre il sodio è importante per la sudorazione del nostro corpo, e quindi per buttare con questo le tossine in eccesso.

Se non si trova nelle giuste quantità, riduciamo anche l’effetto della sudorazione che ha appunto questa funzione ben precisa.

L’acqua e bere tanto è sicuramente importante quando si vuole contrastare la ritenzione idrica, ma anche qui vale la regola, del bere giusto e nelle giuste dosi necessarie. Un corretto stile alimentare prevede un’assunzione di acqua di circa un litro e mezzo, o massimo due.

Se si eccede con queste dosi, rischiamo di sovraccaricare i reni, senza oltretutto ottenere il risultato sperato. 

La ritenzione idrica si combatte adottando uno stile di vita sano, una dieta bilanciata e il giusto apporto di liquidi, soprattutto di acqua.

Tiziaa Cazziero



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Qual è la differenza tra i colpi di sole e le meches? Quale scegliere?
Perché preoccuparsi per una cicatrice? Mederma Gel Topico per cicatrici
La bellezza dall'interno: Merz Spezial

I più letti