Bambino

lunedý 22 marzo, 23:36

La dieta integrata per bambini

Quando è necessario integrare la dieta nei bambini



La dieta integrata per bambini

In genere non è necessario integrare la dieta dei bambini con specifici prodotti minerali o vitaminici, fatta eccezione per casi particolari in cui la dieta non sia in grado di apportare adeguate quantità di nutrienti, in particolare di ferro, calcio e vitamina D, oppure in caso di fabbisogni aumentati, come nei periodi di convalescenza. 

 

Vitamina D. Il latte materno non è una fonte adeguata di vitamina D, necessaria per lo sviluppo osseo. Per questo motivo i pediatri consigliano l'integrazione con vitamina D (in gocce) per tutti i neonati allattati al seno per almeno i primi 6 mesi di vita.

 

Ferro. Sia i bambini che gli adolescenti necessitano di un adeguato apporto di ferro, necessario per la sintesi di emoglobina da parte dei globuli rossi e quindi per prevenire varie forme di anemia

 

Questa si può sviluppare specialmente dopo i 6 mesi di età, al momento dello svezzamento, quando la dieta non contenga adeguate quantità di carne, pesce, legumi o alimenti arricchiti con ferro quali cereali e biscotti per bambini. In questi casi è necessario ricorrere all'integrazione con prodotti specifici contenenti ferro, spesso contenenti anche altri minerali e vitamine, oppure ad una correzione della dieta con alimenti arricchiti.

 

Calcio. Il calcio è necessario per lo sviluppo e la salute delle ossa e dei denti. L'integrazione non è in genere necessaria quando la dieta contenga sufficienti quantità di latte o suoi derivati, quali yogurt e formaggio.

 

I bambini più a rischio di sviluppare carenze sono invece quelli con allergie o intolleranze al latte e derivati. Per questi è necessaria l'integrazione con prodotti specifici, oppure con alimenti opportunamente arricchiti.

 

Complessi multivitaminici. In genere sono richiesti solo in particolari condizioni di carente apporto con la dieta o di aumentato fabbisogno, come ad esempio nei periodi di convalescenza. Si tratta di integratori multivitaminici che, oltre alle vitamine A, B,C, D ed E, sono spesso arricchiti anche con minerali, quali ferro e calcio. 

 

E' da tenere presente, tuttavia, che questi complessi multivitaminici e multiminerali in genere non contengono tutte le vitamine ed i minerali nelle quantità necessarie all'organismo del bambino. Sono cioè da considerare semplici integratori, non sostituti della dieta, che deve pertanto essere il più completa possibile. 

 

Chiara De Carli

 



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Pelle spellata dal sole 6 rimedi
Orecchie tappate tutto quello che dovete sapere
Funghi della pelle come curarli in 8 modi

I più letti