Dietetica

mercoledì 07 agosto, 07:13

Olio di ricino: conosciamolo meglio

L’Olio di ricino è un olio estratto dai semi di ricino che si usa sin dagli antichi egizi



Olio di ricino: conosciamolo meglio

Olio di ricino: conosciamolo meglio. Che cos’è l’olio di ricino? L’Olio di ricino è un olio estratto dai semi di ricino. I semi di ricino sono noti anche come ricinus communis. Per conoscere meglio l’olio di ricino, bisogna conoscere la pianta di ricino. La pianta di ricino è originaria dell'Africa e del Medio Oriente. Questa pianta si trova soprattutto nei climi tropicali, ma può anche essere coltivata nei paesi caldi come pianta annuale. Si  presenta come un arbusto o un piccolo albero, che cresce fino a 40 metri di altezza. La maggior parte delle varietà sono di colore verde oppure bruno-rossastro. Le varietà verdi hanno fiori verdi, mentre le varietà di colore rosso-bruno hanno fiori che sono rosa o rosso. La pianta produce un frutto che contiene i suoi semi. I Semi di ricino contengono molte sostanze, tra le più note ci sono la ricina che è estremamente velenosa ma che non passa nell’olio di ricino al momento della spremitura. Grazie alla sua bellezza la pianta viene spesso usata come pianta ornamentale da giardino, ad esempio per le siepi di protezione. Piace perché ha un aspetto davvero tropicale, quindi conferisce al giardino un aspetto esotico. Si trova anche come pianta d’appartamento, ma è diffusa anche come pianta infestante. Come si estrae l’olio di ricino? Olio di ricino è estratto dalla prima spremitura a freddo dei semi di ricino. Soltanto il prodotto di prima spremitura si usa come medicinale. Un trigliceride, l’acido rinoleico, è contenuto nell’olio di ricino, conferendogli le proprietà lassative drastiche. Quali sono gli usi medicinali dell'olio di ricino? L’olio di ricino che viene estratto dai semi viene usato per scopi medicamentosi sin dai tempi degli egizi, come lassativo. L’olio di ricino non si usa per la stipsi comune, ma può essere usato in caso di esami radiografici all’intestino perché permette un’evacuazione completa e veloce. L’azione lassativa drastica potrebbe causare danni alla mucosa intestinale, aumenta il rischio di riduzione di assorbimento a livello intestinale delle sostanze nutritive, potrebbe essere all’origine di uno squilibrio elettrolitico, può causare delle coliche. È assolutamente da sconsigliare l’uso frequente. L’olio di ricino non deve essere mai usato in gravidanza perché potrebbe indurre le contrazioni uterine. L’olio di ricino viene usato anche nella cosmetica come trattamento per alcune malattie della pelle perché ha proprietà emollienti ed idratanti. Come tutti gli oli forma un film barriera sulla pelle che consente di trattenere l’acqua cutanea. L'olio di ricino è ottimo per i capelli per le sue proprietà rinforzanti, ristrutturanti ed ammorbidenti. L'olio di ricino si usa sia come condizionanate delle sopracciglia, che come rinfoltenete per le ciglia trovando così una spazio importante nei prodotti per il make up L'olio di ricino ha anche altri usi altri usi, soprattutto come vernice e per usi industriali.

 

 



Codice

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Consiglialimentari.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.

Farmaci Equivalenti

Gratis le Ricette di Consiglialimentari.it

Solo la tua mail per ricevere subito e Gratis la Guida iscrivendoti alla nostra newsletter

50 Ricette e Consigli per mangiare sano

E-mail:

Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy

 

Mederma
Blog Bellezza
Miglior correttore occhiaie
Filler labbra controindicazioni
Ginnastica facciale per guance cadenti

I più letti